Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Socio illimitatamente responsabile e accesso alla procedura di sovraindebitamento

17 Aprile 2019 | di Francesco Ioverno

Sovraindebitamento

Il socio illimitatamente responsabile di una società di persone che si trovi in condizione di sovraindebitamento per debiti personali estranei alla partecipazione in società, può accedere ad una delle procedure previste dalla Legge n. 3/2012?

Leggi dopo

Insinuazione al passivo di crediti di lavoro

09 Aprile 2019 | di Francesco Geria

Ammissione al passivo: forma e contenuto della domanda

Nei casi di procedure concorsuali (es: fallimento o concordato) come devono essere determinati i crediti dei lavoratori per le prestazioni di lavoro non corrisposte e da insinuare al passivo o da ricomprendere nell'elenco dei crediti?

Leggi dopo

Violazione degli obblighi di assistenza familiare: la dichiarazione di fallimento osta alla configurabilità del reato?

27 Marzo 2019 | di Chiara Fiandanese

Dichiarazione di fallimento

La dichiarazione di fallimento è sufficiente per far venire meno gli obblighi di assistenza familiare?

Leggi dopo

La vendita degli asset aziendali nel concordato

18 Marzo 2019 | di Mariacarla Giorgetti, Sergio Nadin

Concordato preventivo: disciplina generale

La società in concordato deposita istanza al fine di procedere alla vendita dei macchinari prima dell'omologa. Pacificamente detta istanza è ammessa dall'art. 182 l.fall. (dopo la domanda di concordato). Nell'istanza la società chiede di procedere...

Leggi dopo

Esecuzione del concordato: gli adempimenti del liquidatore giudiziale

27 Febbraio 2019 | di Alberto Molgora

Esecuzione del concordato

A quali adempimenti di ordine civilistico e concorsuale è tenuto il neo nominato liquidatore giudiziale nell'ambito di una procedura di concordato preventivo omologata?

Leggi dopo

Definizione agevolata delle controversie tributarie in pendenza di concordato

15 Febbraio 2019 | di Linda Rizzi

Contenzioso tributario

Nell’ambito di un concordato in continuità aziendale, l’eventuale definizione delle liti pendenti ex art. 6 D.L. n. 119/2018 determina l’insorgere di un debito per imposta a carico della procedura. Il corrispettivo credito vantato dall’Agenzia delle entrate acquisisce natura prededucibile, o mantiene la natura di credito privilegiato ai sensi dell’art. 2752 c.c.?

Leggi dopo

Rapporti tra il reato di omesso versamento di ritenute certificate o dovute e il concordato

06 Febbraio 2019 | di Letizia D'Altilia

Concordato preventivo: disciplina generale

La domanda di concordato preventivo vale ad escludere la configurabilità del delitto di omesso versamento di ritenute certificate o dovute previsto dall’art. 10-bis, d.lgs. n. 74/2000?

Leggi dopo

Il licenziamento collettivo nel concordato in continuità indiretta

23 Gennaio 2019 | di Remo Tarolli, Laura Riondato

Concordato con continuità aziendale

Alla luce della pronuncia della Corte di Giustizia UE del 22.06.2017, nella causa C-126/16, in merito alla conformità del diritto olandese con la direttiva 2001/23/CE, come si possono gestire i licenziamenti collettivi in Italia nell’ambito di una procedura di concordato preventivo in continuità indiretta?

Leggi dopo

Presentazione di un concordato liquidatorio con debiti fiscali in contenzioso

15 Gennaio 2019 | di Enrico Stasi

Concordato preventivo: disciplina generale

Nel caso di presentazione di una domanda di concordato preventivo con previsione di pagamento dei debiti in contenzioso con definizione agevolata delle liti pendenti (finanziaria 2019), bisogna presentare unitamente al piano e alla proposta di concordato anche una transazione fiscale ex art. 182-ter l.fall.?

Leggi dopo

La natura del credito dell’Agenzia delle Entrate per IVA da pro-rata

08 Gennaio 2019 | di Daniele Fico

Adempimenti fiscali nel fallimento

Nell'ambito di procedura fallimentare, il curatore addiviene alla vendita di un immobile strumentale per natura, in regime naturale dell'IVA ex art. 10 DPR 633/72 ovvero esente dall'imposizione. Si chiede come affrontare il problema legato alla rettifica della detrazione legato alla variazione del pro rata e, in maniera particolare, se l'eventuale maggior IVA debba considerarsi debito prededucibile o, come sono più propenso a ritenere, debito della procedura con la necessità dell'Erario di insinuarsi nel passivo fallimentare.

Leggi dopo

Pagine