Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La dichiarazione di fallimento della start up apparente

13 Agosto 2018 | di Fabio Cesare

Tribunale di Udine

Fallimento: disciplina generale

In sede di istruttoria prefallimentare, il Tribunale deve accertare la concreta sussistenza dei requisiti previsti dalla legge per la start up innovativa. La sola iscrizione nella relativa sezione speciale del registro delle imprese ha natura amministrativa e non è sufficiente da sola ad esonerare la debitrice dall'assoggettabilità al fallimento.

Leggi dopo

L'azione revocatoria nella separazione consensuale

08 Agosto 2018 | di Marco Toso, Chiara Curculescu

Tribunale di Venezia

Azione revocatoria fallimentare

Non vi è alcun ostacolo testuale o logico-giuridico che si frappone alla impugnazione delle pattuizioni raggiunte dai coniugi in sede di separazione consensuale tramite azione revocatoria, tanto ordinaria che fallimentare. Tali azioni non possono ritenersi precluse, difatti, né dall'avvenuta omologazione dell'accordo di separazione, cui resta affatto estranea la funzione di tutela dei terzi creditori, né, (in relazione alla natura negoziale della pattuizione) dalla pretesa “inscindibilità” della pattuizione stessa dal complesso delle altre condizioni della separazione.

Leggi dopo

Il piano del consumatore proposto dal fideiussore garante di obbligazioni di impresa

03 Agosto 2018 | di Fabio Cesare

Tribunale di Palermo

Sovraindebitamento: piano del consumatore

La nozione di "consumatore" della legge 3/2012 deve armonizzarsi con le disposizioni del diritto comunitario. Essa va interpretata facendo riferimento al ruolo e alle finalità perseguite dal garante rispetto all'impresa garantita: pertanto, il fideiussore di un’obbligazione oggettivamente riferibile ad un’attività professionale può anche essere considerato consumatore se non ha assunto cariche sociali o gestorie nella società beneficiaria della garanzia.

Leggi dopo

I limiti alla concessione dei benefici processuali ex art. 41 T.U.B. al cessionario del credito fondiario

31 Luglio 2018 | di Paolo Bosticco

Tribunale di Firenze

Cessione del credito

Il diritto a proseguire l’esecuzione individuale in pendenza di fallimento non si trasferisce ipso jure al cessionario del credito garantito da ipoteca fondiaria, non trattandosi di un privilegio sostanziale, bensì processuale.

Leggi dopo

I rimedi processuali contro il decreto di revoca del concordato

25 Luglio 2018 | di Giannino Bettazzi

Tribunale di Rovigo

Concordato preventivo: disciplina generale

Il provvedimento di revoca del concordato preventivo ai sensi dell’art. 173 l. fall. non ha carattere decisorio e, esaurendo il procedimento concordatario, non è modificabile dalla autorità giudiziaria che lo ha emesso.

Leggi dopo

La mancata possibilità di falcidiare l’IVA nel sovraindebitamento è incostituzionale?

19 Luglio 2018 | di Fabio Gallio

Tribunale di Udine

Sovraindebitamento

In tema di falciabilità dei crediti privilegiati nell’ambito di una procedura concorsuale negoziata, è rilevante e non manifestatamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 7 comma 1 terzo periodo della L. n. 3/2012, limitatamente alle parole “all’imposta sul valore aggiunto”.

Leggi dopo

L'ammissione al passivo dell'appaltatore fallito

16 Luglio 2018 | di Beatrice Armeli

Tribunale di Novara

Appalto pubblico

Il contratto di nolo “a caldo”, soggetto alla disciplina del subappalto contenuta nel d.lgs. 163/2006 (codice dei contratti pubblici ratione temporis applicabile), in mancanza dell’autorizzazione della stazione appaltante è nullo ex art. 1418 c.c., perché in contrasto con le norme imperative di cui all’art. 118 d.lgs. 163/2006 e all’art. 21 l. 646/1982.

Leggi dopo

L'incentivo all'esodo concesso al D.G. è idoneo a integrare la bancarotta preferenziale

12 Luglio 2018 | di Gabriele Minniti

Cass. Pen.

Bancarotta preferenziale

La genesi della decisione commentata è costituita dal decreto di sequestro preventivo disposto dal giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Arezzo, in data 11 aprile 2016. Il Gip, accogliendo solo parzialmente la richiesta di sequestro ...

Leggi dopo

Il privilegio mobiliare cooperativo tra diritto comune e diritto speciale

09 Luglio 2018 | di Gabriele Piccinini

Tribunale di Milano

Crediti privilegiati

In tema di crediti di società cooperative, il riconoscimento del privilegio di cui all'art. 2751-bis, comma 1, n. 5), c.c. alle cooperative di produzione e lavoro non richiede la prova della mutualità prevalente, anche in considerazione del fatto che le previsioni di cui all'art. 82, comma 3-bis del D.L. 21 giugno 2013, n. 69, conv. in L. 9 agosto 2013, n. 98, che attribuiscono il detto privilegio nel caso in cui le cooperative abbiano superato positivamente o abbiano comunque richiesto la revisione di cui al D. Lgs. 2 agosto 2002, n. 220, non solo non sono limitate ai soli enti a mutualità prevalente, ma richiamano altresì la revisione prevista e disciplinata dal D. Lgs. 220/2002, che è prevista per tutte le cooperative, tanto quelle a mutualità prevalente, quanto quello a mutualità diversa.

Leggi dopo

Prededuzione della finanza interinale nel fallimento della newco cessionaria dell'azienda

29 Giugno 2018 | di Andrea Paganini

Tribunale di Pisa

Crediti prededucibili

Tra i presupposti per accordare la prededuzione ai crediti derivanti da finanziamenti ex art. 182 quinquies, comma 1, l.fall.. - oltre a quelli specificamente previsti dalla norma come l'attestazione del professionista e l'autorizzazione del Tribunale - vi è anche l'identità tra il soggetto finanziato in concordato e quello poi fallito.

Leggi dopo

Pagine