Focus

Focus

Il finanziamento soci nel Codice Civile

19 Aprile 2019 | di Antonio Morello

Finanziamenti nelle procedure concorsuali

Il cosiddetto “finanziamento soci” è una delle più conosciute e praticate forme di intervento finanziario del socio a favore della società: un intervento non equivalente ad un aumento di capitale sebbene gli operatori pratici mostrano di considerarlo come sostanzialmente alternativo a quello.

Leggi dopo

Gli effetti delle procedure concorsuali sul capitale sociale

17 Aprile 2019 | di Giannino Bettazzi

Crisi d'impresa e insolvenza

Ogni approccio al tema degli effetti delle procedure concorsuali sul capitale sociale muove inevitabilmente dal progressivo, e verosimilmente definitivo, superamento della tradizionale incompatibilità tra operazioni straordinarie e società in crisi. Com'è noto, infatti, l’originario assetto funzionale delle principali procedure concorsuali...

Leggi dopo

L’affitto d’azienda pendente nel nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

16 Aprile 2019 | di Enrico Stasi

Affitto d’azienda nelle procedure concorsuali

Il nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza presenta significative novità rispetto alla vigente disciplina in tema di affitto preesistente e affitto endofallimentare, ma non tutte le attuali criticità appaiono risolte.

Leggi dopo

Prime osservazioni al Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza: riflessi penalistici

12 Aprile 2019 | di Niccolò Bertolini Clerici

Crisi d'impresa e insolvenza

Lo scorso 14 febbraio 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 12 gennaio 2019, n. 14 «Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155» destinato a entrare in vigore - salvo alcune specifiche disposizioni vigenti a far data dal 16 marzo 2019 - a partire dal 15 agosto 2020. Per quanto attiene ai profili penalistici della materia, la disciplina della bancarotta e degli altri reati fallimentari attualmente contenuta nella legge fallimentare viene trasferita, pressoché invariata, agli articoli 322-347 del nuovo codice.

Leggi dopo

Immobili da costruire: le nuove garanzie per gli acquirenti

09 Aprile 2019 | di Sandro Cerato

D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14

Crisi d'impresa e insolvenza

Con l’entrata in vigore, lo scorso 16 marzo, del nuovo Codice della Crisi e dell’insolvenza, sono state introdotte importanti novità in relazione all’acquisto di immobili da costruire da parte di persone fisiche (artt. da 385 a 388). In particolare, il Legislatore ha previsto delle nuove garanzie per gli acquirenti relativamente all’obbligo di formare per atto pubblico, o per scrittura privata, il contratto preliminare (a pena di nullità), l’indicazione in tale contratto degli estremi della fideiussione che il costruttore deve consegnare all’acquirente, l’indicazione nel contratto di compravendita degli estremi della polizza assicurativa che il costruttore deve consegnare all’acquirente e, infine, la possibilità da parte dell’acquirente di escutere la fideiussione in mancanza della predetta polizza assicurativa.

Leggi dopo

Il rapporto di lavoro subordinato nel nuovo Codice della crisi d’impresa

04 Aprile 2019 | di Francesco Geria

D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14

Crisi d'impresa e insolvenza

Con la pubblicazione in G.U. 14 febbraio 2019, n. 38, il D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14, il c.d. Codice della Crisi d’Impresa (CCI) diventa Legge dello Stato. Con tale provvedimento il Legislatore ha posto in atto un imponente restyling alla disciplina normativa delle procedure concorsuali sino ad oggi regolate dal R.D. 16 marzo 1942, n. 267 (c.d. Legge Fallimentare). Tra le molteplici novità non mancano anche quelle attinenti i rapporti di lavoro subordinato che, diversamente da passato, trovano disposizioni specifiche all’interno del CCI. Anche se parte dei dispositivi inseriti nel provvedimento verranno applicati gradualmente, il D.Lgs. n. 14/2019 vedrà la sua integrale entrata a regime a decorrere da agosto 2020.

Leggi dopo

Le sopravvenienze attive derivanti dai piani attestati di risanamento

04 Aprile 2019 | di Fabio Maria Venegoni, Antonino Saccà

Piani di risanamento

Nel corso degli ultimi anni il Legislatore ha apportato plurime e rilevanti modifiche in merito al trattamento fiscale riservato alle sopravvenienze attive derivanti dalla riduzione di debiti nell'ambito delle procedure paraconcorsuali (i.e. accordi di ristrutturazione del debito e piani attestati di risanamento, rispettivamente ex artt. 182 e 67 della Legge Fallimentare).

Leggi dopo

La finanza esterna nel concordato liquidatorio: incentivi e istruzioni per l’uso

01 Aprile 2019 | di Paolo Rinaldi

Crisi d'impresa e insolvenza

Le modifiche normative del Codice della crisi riguardo ai concordati liquidatori richiedono l’immissione di risorse esterne al patrimonio del debitore, in misura sostanziale: si pongono questioni interpretative sulle modalità di calcolo, e rilevanti dubbi sull'efficacia del sostegno dei terzi ovvero sulla convenienza per gli amministratori di un intervento a propria tutela.

Leggi dopo

Le misure cautelari e protettive nei giudizi di accesso alle procedure di regolazione della crisi o dell’insolvenza

22 Marzo 2019 | di Simone Marzo

Crisi d'impresa e insolvenza

Il D.lgs. n. 14/2019, emanato in attuazione della legge delega n. 155/2017, contiene - agli artt. 54 e 55 ed in altre varie disposizioni sparse nell’articolato del codice - una disciplina per certi versi assai innovativa delle misure cautelari e protettive applicabili nei giudizi (disciplinati unitariamente, almeno in apparenza) di accesso alle procedure di regolazione della crisi o dell’insolvenza e, giusto il rinvio effettuato dall’art 65 c.c.i., alle procedure di composizione delle crisi da sovraindebitamento.

Leggi dopo

Il concordato liquidatorio: le novità introdotte dal nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

18 Marzo 2019 | di Michele Petriello

Crisi d'impresa e insolvenza

Tramite la Legge delega, il legislatore ha inteso operare una riforma organica della materia dell’insolvenza e delle procedure concorsuali e, in tale ambito, il concordato preventivo viene confermato come lo strumento più funzionale tra quelli concorsuali attualmente vigenti, seppur con alcuni specifici “correttivi”.

Leggi dopo

Pagine