News

CCI, c'è la bozza del correttivo

 

Arriva la bozza del correttivo al CCI che dovrebbe essere approvato entro la prossima primavera.

 

Il testo allegato, ancora suscettibile di interventi, si propone di:

  • emendare alcuni refusi ed errori materiali contenuti nel D.Lgs. 14/2019;
  • chiarire il contenuto di alcune disposizioni;
  • apportare alcune modifiche dirette a meglio coordinare, innanzitutto sotto un profilo logico-giuridico, la disciplina dei diversi istituti previsti dal CCI, anche alla luce dei numerosi contributi dottrinali apparsi negli ultimi mesi;
  • integrare la disciplina del predetto Codice, in coerenza con i principi ed i criteri già esercitati, di cui alla legge delega, anche al fine di consentire una migliore funzionalità degli istituti.

 

Si segnala il possibile slittamento per l’applicazione dell’obbligo di segnalazione di cui all’art. 14 CCI. Per le piccole società che non superino i limiti di cui all’art. 2477 c. 2 lett. c) c.c., non tenute a dotarsi di un organo di controllo, l’obbligo di segnalare i fondati indizi della crisi scatterà soltanto a partire dal 15 febbraio 2021.

 

Leggi dopo