Giurisprudenza commentata

Il termine per la risoluzione del concordato ha natura decadenziale

Sommario

Massima | Il caso | Alcune riflessioni: unitarietà della fattispecie risolutoria, termini per la proposizione della domanda | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Il termine annuale di cui all'art. 186, comma 3, l. fall. ai fini della richiesta di risoluzione del concordato preventivo ha natura decadenziale, conseguendone che il suo mancato rispetto, ove non eccepito dal debitore costituito, non può essere rilevato d’ufficio dal tribunale fallimentare.

Leggi dopo