Focus

Sanzioni e benefici premiali connessi con l’auspicato ricorso ai meccanismi di allerta

Sommario

Premessa | Il quadro normativo | La legittimazione di terzi qualificati e la sanzione della perdita del privilegio nella Legge delega | Collegamenti e confronti con l'evoluzione giurisprudenziale sull'abusiva concessione di credito | Tutela per gli organi societari "virtuosi" alla luce della giurisprudenza sulla responsabilità "da controllo" | Ipotesi si sviluppo normativo del principio | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

Dal testo della Legge delega per la riforma organica delle procedure concorsuali emerge il chiaro intento del legislatore di addivenire alla Riforma anzitutto dell’approccio alla procedura concorsuale, che si sviluppa in un favor per gli istituti di anticipazione della crisi; al fine di rendere più concreta tale vocazione, sono stati previsti, da un lato, incentivi ed esenzioni da responsabilità per gli organi sociali che abbiano favorito l’emersione della crisi dell’impresa e, di contro, sanzioni a carico anche di soggetti terzi “qualificati”, di natura pubblica, che con la propria inerzia abbiano consentito all’imprenditore di proseguire l’attività in situazione di dissesto; occorrerà verificare il testo normativo scaturito dalla delega per verificare come il legislatore riuscirà a dare concretezza a tali propositi.

Leggi dopo