Casi e sentenze di merito

Il rapporto di conoscenza tra giudice e curatore non implica profili di incompatibilità

 

In tema di nomina del curatore, la sussistenza di amicizia di vecchia data non implica di per sé la sussistenza di un rapporto particolarmente confidenziale tale da poter influenzare il giudice nominante o creare una sorta di presunzione di influenza del medesimo nella sensibilità dell’utenza.

Leggi dopo