Blog

Atti in frode ai creditori e procedura di liquidazione del patrimonio del sovraindebitato

 

L’art. 14-quinquies della legge n. 3/2012, al primo comma, condiziona l’emissione del decreto di apertura della liquidazione del patrimonio del sovraindebitato alla verifica giudiziale inerente all’assenza di atti in frode ai creditori nei cinque anni antecedenti alla presentazione della domanda. L’assenza di atti in frode nel quinquennio va accertata altresì, ai sensi dell’art. 14-terdecies, comma due, lett. b), per riconoscere al debitore sovraindebitato, al termine della liquidazione del suo patrimonio, il beneficio dell’esdebitazione.

Leggi dopo