Home page

Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Diritti degli obbligazionisti in caso fallimento della società emittente

20 Agosto 2018 | di Alberto Molgora

Fallimento: disciplina generale

Quali diritti competono ai detentori di titoli obbligazionari in ipotesi di fallimento della società emittente? Chi risulta legittimato a presentare la domanda di ammissione al passivo e secondo quali importi?

Leggi dopo
Focus Focus

Le cinque fasi della crisi e dell’allerta

20 Agosto 2018 | di Alessandro Danovi, Patrizia Riva

Fallimento: disciplina generale

Nel suo normale ciclo di vita, l’impresa può incorrere in periodi di crisi. Individuare per tempo quelli che possono esserne i segnali è una necessità: se la crisi è monitorata tempestivamente e con gli opportuni provvedimenti può essere risolta e, a volte, rappresentare anche una opportunità di crescita.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Gli effetti dell'esercizio provvisorio sui rapporti giuridici pendenti

17 Agosto 2018 | di Enrico Mauceri

Cass. Civ.

Esercizio provvisorio dell’impresa

In caso di contratti ad esecuzione continuata o periodica pendenti al momento della dichiarazione di fallimento ed in presenza di esercizio provvisorio dell'impresa fallita ex art. 104 l.fall., i relativi crediti maturati ante fallimento sono o meno prededucibili, a seconda che, al termine dell'esercizio provvisorio, il curatore abbia scelto di subentrare o sciogliersi dal contratto, mentre solo quelli maturati in pendenza di esercizio provvisorio sono sempre prededucibili, al pari di quelli, sorti successivamente al termine dell'esercizio provvisorio in caso di subentro nel contratto da parte del curatore.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Impugnazione del provvedimento di revoca del concordato e dichiarazione di fallimento

16 Agosto 2018 | di La Redazione

Tribunale di S.M.Capua Vetere

Revoca dell'ammissione al concordato preventivo

La pendenza del ricorso in Cassazione avverso il provvedimento di revoca del concordato preventivo impedisce la pronuncia della dichiarazione di fallimento del debitore.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La dichiarazione di fallimento della start up apparente

13 Agosto 2018 | di Fabio Cesare

Tribunale di Udine

Fallimento: disciplina generale

In sede di istruttoria prefallimentare, il Tribunale deve accertare la concreta sussistenza dei requisiti previsti dalla legge per la start up innovativa. La sola iscrizione nella relativa sezione speciale del registro delle imprese ha natura amministrativa e non è sufficiente da sola ad esonerare la debitrice dall'assoggettabilità al fallimento.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Inammissibile il piano concordatario con assunzione in mancanza di partecipazione alla gara da parte dell’assuntore

10 Agosto 2018 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Concordato preventivo: attestazione del piano

In caso di concordato con assunzione il quale preveda la cessione totalitaria degli assets dietro pagamento di un prezzo, deve trovare applicazione la disciplina delle offerte concorrenti di cui all’art. 163 bis della Legge Fallimentare.

Leggi dopo
Focus Focus

La nuova disciplina del concordato preventivo

09 Agosto 2018 | di Luigi Gaffuri

Concordato preventivo: disciplina generale

La legge delega 19 ottobre 2017, n. 155 ha previsto criteri direttivi per la riforma della disciplina delle procedure concorsuali. Nel mese di dicembre dello scorso anno sono state pubblicate le bozze dei decreti legislativi (tra i quali “Il Codice della Crisi e dell'Insolvenza”: “Il Codice”) che hanno riformulato la normativa fallimentare, dando attuazione ai criteri contenuti nella Legge Delega.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

L'azione revocatoria nella separazione consensuale

08 Agosto 2018 | di Marco Toso, Chiara Curculescu

Tribunale di Venezia

Azione revocatoria fallimentare

Non vi è alcun ostacolo testuale o logico-giuridico che si frappone alla impugnazione delle pattuizioni raggiunte dai coniugi in sede di separazione consensuale tramite azione revocatoria, tanto ordinaria che fallimentare. Tali azioni non possono ritenersi precluse, difatti, né dall'avvenuta omologazione dell'accordo di separazione, cui resta affatto estranea la funzione di tutela dei terzi creditori, né, (in relazione alla natura negoziale della pattuizione) dalla pretesa “inscindibilità” della pattuizione stessa dal complesso delle altre condizioni della separazione.

Leggi dopo
Blog Blog

Possibile falcidia dell’IVA anche nel concordato in continuità

07 Agosto 2018 | di Giovanni Pietro Rota

Concordato con continuità aziendale

Possibilità, nel limite della quota realizzabile sul ricavato in caso di liquidazione, di prevedere la falcidiabilità per IVA e ritenute, sia nel concordato liquidatorio, che in continuità aziendale così come negli accordi di ristrutturazione del debito. E’ quanto rappresentato nella recente circolare n. 16 del 23 luglio 2018 dell’Agenzia delle entrate in materia di trattamento dei crediti tributari e contributivi nella procedura di concordato preventivo, degli accordi di ristrutturazione del debito e nella disciplina da sovraindebitamento.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Il piano del consumatore proposto dal fideiussore garante di obbligazioni di impresa

03 Agosto 2018 | di Fabio Cesare

Tribunale di Palermo

Sovraindebitamento: piano del consumatore

La nozione di "consumatore" della legge 3/2012 deve armonizzarsi con le disposizioni del diritto comunitario. Essa va interpretata facendo riferimento al ruolo e alle finalità perseguite dal garante rispetto all'impresa garantita: pertanto, il fideiussore di un’obbligazione oggettivamente riferibile ad un’attività professionale può anche essere considerato consumatore se non ha assunto cariche sociali o gestorie nella società beneficiaria della garanzia.

Leggi dopo

Pagine